Biscotti/ Dolci

Baci di Dama con la ricetta di Montersino

7 Gennaio 2020
Baci di dama di Montersino

Due fragranti biscotti alle mandorle a forma di cupola tenuti insieme da una deliziosa ganache al cioccolato: ecco i baci di dama con la ricetta di Luca Montersino.

Per la ricetta dei baci di dama non devo ringraziare solo Montersino per averla elaborata, ma anche mia mamma per averla provata e condivisa con me. Questi dolcetti da pasticceria sono tra i miei preferiti in assoluto, soprattutto quando la leggera nota salata dell’impasto entra in contatto con il dolce del cioccolato. Tuttavia, data la cospicua presenza di burro, non mi sono mai cimentata nella loro preparazione. Mi rendo conto che mangiarli e non preparali è un controsenso, ma diciamo che applico la regola “lontano dagli occhi, lontano dal cuore”.

C’è voluto questo articolo però per farmi scoprire che l‘origine dei baci di dama è poco distante dalle mia Lomellina. Nacquero infatti a Tortona nel 1800 e originariamente venivano preparati con le nocciole del Piemonte, più economiche e semplici da reperire rispetto alle mandorle della ricetta attuale. Il nome poi deriva dal fatto che i due biscotti a forma di cupola, uniti da una farcitura al cioccolato, ricordano due labbra che si baciano.

E la dama cosa c’entra? Non ho trovato informazioni a riguardo sull’internet, perciò rimango della mia idea iniziale che assimila i baci di dama alle pedine del noto gioco da tavola. A ogni modo, quale che sia il motivo che ha spinto il signor Bacio di Dama a chiamarli così il loro sapore, al primo assaggio, fugherà qualsiasi futile interrogativo.

Una curiosità: dalle mie parti i baci di dama più buoni in assoluto vengono venduti avvolti singolarmente in carta stagnola e posti in un sacchetto di plastica trasparente. Sono irresistibili, friabili e dolci al punto giusto, ma non ho idea di quale sia la marca.

Dopo l’immagine troverete la ricetta dei baci di dama!

Baci di dama
Baci di dama

Baci di dama

Serves: 30 baci
Prep Time: 15 minuti Cooking Time: 20 minuti

Due fragranti biscotti alle mandorle a forma di cupola tenuti insieme da una deliziosa ganache al cioccolato: ecco i baci di dama con la ricetta di Luca Montersino

Ingredients

  • 120 g di Farina 00
  • 100 g di Zucchero a Velo
  • 100 g di Mandorle pelate*
  • 100 g di Burro
  • 1 Tuorlo
  • 1 pizzico di Sale
  • Cioccolato fondente q.b.

Instructions

1

Per preparare i baci di dama alle mandorle cominciate tostando le mandorle in forno per 5 minuti in modo da esaltarne l'aroma.

2

Una volta fredde, trasferitele in un mixer insieme a un cucchiaio di zucchero preso dal totale e frullate con la funzione pulse, ossia a intermittenza, fino a ottenere una farina (ecco i miei consigli per preparare la Farina di Mandorle fatta in casa).

3

Unite quindi il resto dello zucchero, la farina 00, il burro e il tuorlo e finite di impastare a mano o con la planetaria munita di gancio a foglia in modo da ottenere un panetto liscio e omogeneo.

4

Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per 10-12 ore.

5

A questo punto staccate dall'impasto delle piccole porzioni, grandi circa come una nocciola, e rotolatevele tra le mani.

6

Adagiatele su un vassoio e, una volta terminato l'impasto, riponete nuovamente in frigorifero per un paio di ore (oppure 30 minuti in freezer).

7

Infornate i baci di dama a 150°C per 18 minuti, quindi sfornate e lasciate raffreddare completamente.

8

Non vi resta che accoppiarli a due a due con il cioccolato fondente fuso a bagno maria.

Notes

*La ricetta originale prevedeva l'utilizzo delle nocciole. Provateli con la frutta secca che preferite.

Cercando informazioni per questa ricetta ho scoperto che i baci di Alassio sono altrettanto semplici, perfetti per utilizzare anche l’albume avanzato da questa preparazione. Chissà che non mi decida a provarli!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.