Blog

Come scegliere e conservare la zucca

6 ottobre 2018
zucca

Il suo colore è il simbolo indiscusso dell’autunno. La zucca è uno degli ingredienti principe, o meglio regina, di questa stagione, insieme alle castagne ovviamente. È impossibile resistere al suo fascino, per questo quando la vediamo nel reparto orto frutta la mettiamo d’istinto nel carrello.

Originaria del Messico, la zucca è sbarcata in Europa insieme ai conquistatori spagnoli di ritorno dalle loro avventure. Il suo bassissimo apporto calorico, unito alla presenza di vitamina A e C, potassio, calcio, fosforo, fibre la rendono un alimento ideale anche per coloro che seguono una dieta ipocalorica.

Ecco tutte le mie ricette con la zucca.

Tipi di zucca

Ci sono infinite varietà di zucca che spesso assumono nomi diversi a seconda della zona, fatto che in Italia accade praticamente per qualsiasi ingrediente, dal pesce alla carne, passando per frutta e verdura.

Vediamo quali sono le principali varietà di zucca.

Zucca Delica

zucca delica

Zucca Delica

Piccola e dalla buccia verde, la zucca delica, contrariamente a quanto detto sopra, è originaria del Giappone. La sua polpa soda e asciutta la rende la varietà ideale per preparare i tortelli ripieni o la zucca fritta.


Zucca Butternut

zucca butternut

Zucca Butternut

È la zucca più utilizzata dagli americani e praticamente tutte le ricette che vengono da oltre oceano si preparano con questa varietà di zucca dalla forma allungata. Il suo nome significa letteralmente noce di burro il che la dice lunga sulla consistenza e sul sapore della sua polpa: dolce, morbida e delicata, si presta bene per tutte le preparazioni.


Marina di Chioggia

zucca marina di Chioggia

Zucca marina di Chioggia

La sua polpa farinosa, contenuta in un involucro duro e bitorzoluto, la rende ideale per la preparazione di risotti e vellutate.

Ecco la mia ricetta del risotto di zucca.


Zucca Mantovana

zucca mantovana

Zucca mantovana

Dolce e soda è l’ideale per la preparazione di gnocchi e tortelli.

Ricetta gnocchi di zucca.


Zucca Bertagnina

zucca bertagnina

Zucca Bertagnina

Insieme alla delica è tra le mie varietà preferite, complice il fatto che viene coltivata a Dorno, un paese a pochi chilometri da dove abito. È ottima per tutte le preparazioni e ve lo dico per esperienza diretta. A questa zucca è dedicata anche una sagra. Tra le tante ricette che ho preparato, vi consiglio di provare la pizza con carbone vegetale, zucca e cipolla.


Zucca di Halloween

zucca di Halloween

Zucca di Halloween, varietà Aspen

La varietà della zucca di Halloween è la Aspen. Attenzione però: non è commestibile! La zucca utilizzata per preparare la Jack o’ Lantern è piuttosto grande, facile da trovare in commercio anche da noi. Il consiglio che vi do è quello di aspettare tre, massimo quattro, giorni prima di Halloween per intagliarla perché a causa della candelina e della temperatura della casa tende ad ammuffire.


Come scegliere la zucca

La buccia non deve presentare ammaccature e non deve essere cedevole al tatto. Colpendola con le nocche, il suono dovrà risultare sordo, segno che la zucca è al giusto grado di maturazione. Il picciolo invece dovrà essere morbido e ben ancorato.

Tenete presente che la zucca ha una scorza molto dura e solitamente contiene molti semi. Per questo considerate uno scarto di peso di almeno il 30%.

Se acquistate la zucca tagliata, ideale per le varietà più grandi o se sapete già che ve ne occorre poca solo per una ricetta, potrete anche annusarla. Il profumo sarà deciso e tipico della zucca. In questo caso però tenete presente che i tempi di conservazione si accorciano perché la zucca tende a disidratarsi velocemente.

Secondo la tradizione, la zucca va consumata prima di Carnevale.

Come congelare la zucca

La zucca può essere congelata cotta o cruda. Nel caso desideriate congelarla cotta, il modo migliore è utilizzare contenitori a chiusura ermetica.

Per congelare la zucca cruda, sbucciatela, privatela dei semi e tagliatela a cubetti. Mettetela quindi in un sacchetto di plastica e congelate.

Come pulire la zucca

La zucca è uno degli ortaggi più difficili da pulire. Pensate che mio nonno per tagliare la zucca e darla a mia mamma e a mia zia la porzionava con il badile. Io con il tempo ho elaborato qualche strategia.

  • Se la zucca è davvero troppo dura, cerco di incastrare un coltello da cucina bello grande e poi lo colpisco con il batticarne (o con un martello).
  • Se non è durissima dovreste farcela con un coltello grande da cucina.

In entrambi i casi posizionatevi bene sopra un tagliere.

Con l’andar del tempo ho scoperto che togliere la buccia senza scartare troppa polpa è più semplice con un coltello seghettato da tavola. Ci vuole un po’ di pazienza ma il risultato è assicurato.

Il modo migliore per rimuovere i semi è aiutarsi con un cucchiaio.

Come tostare i semi di zucca

Anche in questo caso richiamo alla memoria quello che facevano i nonni. Tostare i semi di zucca è il modo migliore per consumarli e conservarli. Attenzione però perché il seme è contenuto nell’involucro bianco esterno: una volta tostato occorre aprirlo e prelevare il seme.

I semi di zucca si conservano tre mesi in un contenitore a chiusura ermetica.

Tostare i semi di zucca in padella

Prelevate i semi con un cucchiaio, metteteli in un colino e sciacquateli bene in modo da privarli dei filamenti. Tamponateli poi con della carta da cucina e lasciateli asciugare tutta la notte all’aria.

Probabilmente è il metodo più lungo non fosse per altro che dovrete stare lì a mescolarli. Qualora sia l’unico modo che avete a disposizione, tostateli per un’ora in una padella antiaderente mescolandoli spesso. Dovranno diventare scuri senza bruciarsi.

Tostare i semi di zucca al forno

Prelevate i semi con un cucchiaio, metteteli in un colino e sciacquateli bene in modo da privarli dei filamenti. Tamponateli poi con della carta da cucina e lasciateli asciugare tutta la notte all’aria.

I semi di zucca al forno sono pronti in circa 45 minuti. Tostateli a 150°C mescolando ogni 15 minuti. Anche in questo caso sovrano brunire senza bruciare.

Tostare i semi di zucca al microonde

Prelevate i semi con un cucchiaio, metteteli in un colino e sciacquateli bene in modo da privarli dei filamenti. Tamponateli poi con della carta da cucina e lasciateli asciugare tutta la notte all’aria.

Io non amo il microonde e non lo utilizzo mai. Tuttavia in soli 8 minuti avrete i vostri semi di zucca pronti. Per tostarli irrorateli con un filo di olio e mescolateli bene.

Potrebbe piacerti anche...

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.