Primi piatti

Timballo di anellini alla siciliana

timballo di anellini

Pensavate che vi avrei lasciato senza ricette vero? Ci siete cascati per un attimino, ino?? Ma certo che no! Dopo una così lunga assenza dovrò pur farmi perdonare… La ricetta che intendo proporvi è una rivisitazione di un piatto della tradizione sicula: il timballo di anellini. Nella ricetta originale c’è il ragù di carne che io ho prontamente sostituito con il ragù di soia. Non quello già pronto ovviamente. Ho trovato al supermercato il macinato di soia e l’ho voluto provare. Alla vista sembra vera e propria carne macinata e, se devo essere sincera, anche al gusto. L’ho cucinata come uso solitamente preparare il ragù e non ho percepito alcuna differenza! In ogni caso voi siete liberi di usare ciò che preferite, le ricette vanno interpretate a proprio gusto, ricordatelo sempre!

La preparazione è un pochino lunga per questo vi consiglio di prepararvi poco per volta tutti gli ingredienti e assemblare alla fine, soprattutto se avete ospiti. In ogni caso, se volete accorciare la preparazione, potete utilizzare ragù già pronto e besciamella confezionata. Io vi lascio comunque le ricette:

Timballo di anellini alla siciliana

Stampa ricetta
Porzioni: 4 persone Tempo di preparazione: 30 minuti Tempo di cottura: 25+25 minuti

Ingredienti

  • 1 confezione di Macinato di Soia
  • 300 ml di Passata di Pomodoro
  • 200 g di Piselli Surgelati
  • 1/2 bicchiere di Vino Bianco
  • 2 cucchiai di Misto per Soffritto
  • 1 spicchio di Aglio
  • 1 Melanzana
  • 200 g di Anellini
  • 1 cucchiaio di Margarina (o burro o olio)
  • 1 cucchiaio di Farina 0
  • 500 ml di Latte di Soia (o vaccino)
  • Noce moscata
  • Grana grattugiato se gradite (omettere nella versione Vegana, lo potete sostituire con il lievito in scaglie)
  • Farina per impanare
  • Olio per Friggere
  • Sale e Pepe

Procedimento

1

La prima cosa da fare è il sugo. In un tegame rosolate l'aglio tritato e il misto per soffritto in due cucchiai di olio, quindi unite il macinato di soia e lasciate insaporire. In alternativa potete usare il granulare di soia reidratato seguendo le istruzioni sulla confezione.

2

Dopo un paio di minuti sfumate con il vino bianco e, quando l'alcool sarà evaporato (ve ne accorgete annusando il vapore), unite la passata e i piselli ancora surgelati.

3

Lasciate cuocere 20-25 minuti e poi mettete da parte a raffreddare.

4

Mentre il sugo si cuoce, friggete le melanzane dopo averle tagliate a fette nel senso della lunghezza e infarinate. A dire la verità, la prossima volta le passerò in una pastella di acqua e farina di ceci e poi nel pangrattato prima di friggerle perchè il metodo che vi ho appena illustrato non mi ha soddisfatto.

5

Adesso è la volta della besciamella (che potete acquistare già pronta, come il sugo del resto). In un padellino sciogliete il burro, unite la farina e fate diventare color nocciola quindi unite il latte e fate restringere. La besciamella non dovrà essere troppo densa.

6

A preparazione ultimata salate e unite una grattata di noce moscata.

7

Ora avete tutte le preparazioni pronte, non resta che cuocere gli anellini in abbondante acqua salata per il tempo riportato sulla confezione e assemblare il piatto.

8

Prendete uno stampo da ciambella e rivestitelo con le melanzane. In una ciotola capiente amalgamate la pasta scolata, la besciamella, il sugo e abbondante grana grattugiato (o 2 cucchiai di lievito in scaglie). Riempite lo stampo e ripiegate le melanzane per chiudere.

9

Infornate a 200°C per 20-25 minuti.

10

Rovesciate la ciambella aiutandovi con un piatto.

Note

Per dovere di cronaca, ci tengo a precisare che nella ricetta originale ci sono anche uova sode e formaggio caciocavallo da me omessi nella preparazione.

Potrebbe piacerti anche...

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.