Dolci

Struffoli, cicerchiata o cicerata?

Curiosi di scoprire la mia ricetta degli struffoli? La trovate in fondo alla pagina! Buona lettura!

Come forse avrete intuito dal titolo, la ricetta di oggi è quella degli struffoli. Questo dolce, costituito da palline di pasta fritte glassate nel miele e decorate con zuccherini colorati, è di origine meridionale. Già dal titolo traspare come, a seconda delle zone, assuma nomi differenti. Nelle Marche, in Abruzzo, Molise e alcune zone del Lazio è nota come cicerchiata, mentre in Basilicata e Calabria è la cicerata. Come se non bastasse, vengono identificati anche come sannacchiudere a Taranto, giggeri in Sardegna, purcedduzzi a Lecce.

Sebbene siano presenti in Italia da tempo immemore, la loro origine resta incerta. Secondo alcuni è da ricercarsi in Grecia, dove peraltro esiste un corrispettivo dolce, i loukmandes, secondo altri sbarcarono a Napoli durante la dominazione spagnola. In terra andalusa infatti esiste un dolce, la piñonate, che differisce dagli struffoli solo nella forma.

Insomma, come sempre accade per i piatti della tradizione, quelli la cui nascita risale alla notte dei tempi, è difficile stabilire con certezza la provenienza e la ricetta originale. Di fatto però restano un dolce tipico di Carnevale e delle festività Natalizie e se vi è capitato di trovarvi in sud Italia in queste occasioni, li avrete sicuramente visti nelle vetrine delle pasticcerie.

Nella ricetta originale, gli struffoli vengono disposti a ciambella e decorati anche con frutta condita. A voi la scelta su come realizzarli.

struffoli

Struffoli, cicerchiata o cicerata?

Stampa ricetta
Porzioni: 4 Tempo di cottura: 30 minuti

Ingredienti

  • 1 Uovo
  • 1 cucchiaio di Zucchero
  • 1 cucchiaio di Liquore a piacere
  • 1 cucchiaio di Olio di semi
  • Scorza di arancia e limone
  • 130 g di Farina
  • Olio di semi per friggere
  • 100 g di Miele
  • 1 cucchiaio di Zucchero
  • Zuccherini colorati

Procedimento

1

Mettete in una ciotola l'uovo, il liquore, lo zucchero, l'olio e le scorze grattugiate dei due agrumi. Mescolate bene con un cucchiaio di legno.

2

Unite la farina e mescolate velocemente. Trasferite l'impasto su una spianatoia e lavoratelo finché risulterà liscio. Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare per 30 minuti.

3

Dividetelo poi in quattro parti e formate dei filoncini come vedete in foto sotto. Tagliateli a tocchetti di un centimetro e rotolandoli tra le mani dategli una forma rotonda.

4

Friggeteli in olio bollente finché dorati. Ci vorranno circa 3 minuti. Prelevateli con una schiumarola e trasferiteli su carta assorbente.

5

In una padella fate sciogliere il miele con lo zucchero, quindi tuffateci gli struffoli mescolando bene.

6

Trasferite su un piatto da portata e decorate con gli zuccherini.

Note

Vi consiglio, una volta preparata la "glassa" al miele, di mettere in padella dell'acqua e portarla a bollore. Lavatela poi subito con detersivo per piatti. In questo modo non dovrete combattere con il miele solidificato.

ricetta struffoli

Potrebbe piacerti anche...

Non ci sono commenti

Rispondi

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi