Antipasti

Rustico leccese, lo street food da passeggio

Oggi vi propongo una ricetta a dir poco sfiziosa: il rustico leccese. Nonostante io ami profondamente la puglia, non ho mai avuto modo di assaggiare in loco questa delizia.

Considerato uno degli street food per eccellenza del salento, il rustico leccese viene assaporato passeggiando per le vie del centro ad ogni ora. Ideale come spuntino di metà mattina o come spezza-fame in attesa della cena, piace davvero a tutti. Una sfoglia croccante e un ripieno a base di pomodoro, mozzarella e besciamella, lo rendono amato da tutti. Non troverete panetteria o rosticceria sfornita e una volta assaggiato capirete il perché! Anche se oggi è possibile trovarne varianti con ricotta e spinaci, wurstel e altro, quello presentato prima è l’originale.

Preparare il rustico leccese è davvero semplice. Servitelo ai vostri ospiti in attesa delle portate principiali e li conquisterete!

rustico leccese

Ingredienti per 3 rustici:

  • 1 rotolo di Pasta Sfoglia
  • 3 cucchiai di Besciamella
  • 3 cucchiaini di Salsa di Pomodoro
  • 30 g di Mozzarella
  • Sale e Pepe

Come preparare il rustico leccese

Come prima cosa srotolare la pasta sfoglia.

rustico leccese

Con un coppapasta ricavatene dei cerchi del diametro di circa 8-10 centimetri. Tenete presente che per ogni rustico utilizzeremo tre dischi in modo da creare una base più spessa e croccante. Se questo non vi interessa, ricaverete un numero maggiore di rustici.

rustico leccese

Sovrapponete i dischi di sfoglia, spennellando di acqua quello inferiore in modo che si attacchino uno all’altro.

rustico leccese

Mettete al centro di ciascun disco un cucchiaio di besciamella e un cucchiaino di salsa precedentemente condita con un pizzico di sale e, a piacere, pepe.

rustico leccese

Adagiate un tocchetto di mozzarella (io avevo un altro formaggio a pasta filata ed è venuto ottimo).

rustico leccese

Chiudete con un altro disco di sfoglia premendo bene. Il ripieno non dovrà fuoriuscire in cottura.

Infornate a 200°C per 10-15 minuti finché saranno belli alti, dorati e croccanti. Serviteli dopo averli lasciati intiepidire qualche minuto, la salsa di pomodoro bollente non perdona!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi