Cucina Cinese/ Primi piatti/ Ricette dal Mondo

Ravioli al Vapore Vegan con Salsa Agrodolce

ravioli al vapore

Oggi facciamo un salto dall’altra parte del globo e prepariamo i ravioli al vapore vegan o jiaozi in cinese, rivisitati in chiave veg! A me piacciono un sacco i ravioli al vapore, serviti con quella salsa agrodolce che crea un connubio perfetto e un’esplosione di gusti in bocca. Ricrearla a casa è stato più semplice di quanto pensassi e se seguirete le mie dritte otterrete anche voi un piatto favoloso che stupirà tutti.Non lasciatevi in alcun modo intimidire dalla lista degli ingredienti: leggendo vi accorgerete della semplicità della preparazione!

Potete preparare questi ravioli al vapore utilizzando il classico cestello di bambù oppure una qualsiasi vaporiera elettrica o l’apposito supporto del bimby. Io preferisco la vaporiera in bambù, rivestita di carta forno o meglio ancora di foglie di verza, perché dà al piatto finito un sapore caratteristico.

ravioli al vapore vegan

 

Per una cena totalmente a tema asiatico, preparate anche degli involtini primavera accompagnati dalla stessa salsa agrodolce insieme a qualcuna delle tante altre ricette cinesi che potete provare qui sul mio blog. Sono tutte semplicissime, ricette cinesi vegetariane ideali se amate la cucina etnica.

Ravioli al vapore

Stampa ricetta
Porzioni: 3 persone Tempo di preparazione: 30 minuti Tempo di cottura: 10+20 minuti

Ingredienti

  • Per l'impasto: 200 gr di Farina 00
  • 100 ml di Acqua calda
  • 1 pizzico di Sale
  • Ingredienti per il ripieno: 1/2 panetto di Tofu al natuare
  • 1 falda di Peperone (opzionale)
  • 4-5 foglie di Cavolo Bianco
  • 1 Carota
  • 3-4 Funghi (io Champignon)
  • 2 funghi Secchi
  • Prezzemolo (meglio ancora Coriandolo)
  • 1/2 Cipolla o 1 Cipollotto
  • 1 pollice di Zenzero
  • Olio di Sesamo (o un olio di Semi leggero)
  • Salsa di Soia

Procedimento

1

Impastate la farina con l'acqua tiepida e il pizzico di sale: potete farlo a mano, disponendo la farina a fontana o in una ciotola, oppure direttamente in planetaria. L'importante è ottenere un impasto liscio e morbido, che andrete poi a far riposare almeno una mezz'ora coperto da pellicola.

2

Dedicatevi ora alla preparazione del ripieno. Tritate la cipolla (se usate il cipollotto tagliatelo a rondelle) e rosolatelo con l'olio in un wok.

3

Aggiungete poi lo zenzero tritato, la carota tagliata a julienne, il peperone affettato molto sottile, i funghi tritati grossolanamente (sia gli champignon che quelli secchi che avrete precedentemente ammollato  in acqua tiepida) e il cavolo affettato a striscioline sottili.

4

Sfumate con un paio di cucchiai di salsa di soia.

5

Portate a cottura le verdure finchè saranno tenere, aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di acqua, quindi unite il tofu sbriciolato con le mani e il prezzemolo tritato. Lasciate che i sapori si amalgamino qualche minuto quindi togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.

6

Dedicatevi alla stesura della pasta: io vi consiglio di utilizzare una nonna papera perchè andrà tirata molto sottile e io, con il solo mattarello, non ho ottenuto un risultato soddisfacente.

7

Una volta stesa, ricavate con un coppapasta di circa 8 centimetri di diametro dei dischi. 

8

Disponete su ciascuno un cucchiaino di ripieno e chiudeteli a sacchetto premendo con le dita verso il centro in modo da far aderire la pasta (guardare l'immagine in alto vi aiuterà a capire, è più semplice a farsi che a dirsi).

9

Disponeteli in una vaporiera (meglio se di bamboo) rivestita con delle foglie di cavolo (o di cartaforno bucherellata), avendo l'accortezza di mantenerli distanziati tra loro e cuoceteli mettendoli su una pentola con acqua in ebollizione per circa 20 minuti.

Potrebbe piacerti anche...

2 Comments

  • Reply
    cinzia
    26 novembre 2015 at 15:19

    Mai provati,mi segno subito la ricetta!

  • Reply
    Viola Pasticci e Pasticcini
    27 novembre 2015 at 20:31

    Squisiti, bravissima!

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.