Contorni/ Ricette Vegane/ Secondi Piatti e Contorni

Patatine fritte fatte in casa

patatine fritte

Non so il tempo di essere andata a mangiare in un fast food. Perchè? Forse perchè le patatine fritte hanno ben 17 ingredienti?

Badate bene: questa non vuole essere un’arringa nei confronti dei fast food, fate ciò che volete, ma se ve li fate in casa guadagnate in salute e in gusto e anche la vostra fatica verrà pienamente ricompensata. In questo post parliamo delle patatine.

patatine fritte

Patatine fritte

Le mie hanno solo tre ingredienti:

  • Patate con la buccia rossa ideali per friggere
  • Olio di semi (io uso quello di girasole)
  • Sale

Procedimento:

Lavate le patate e sbucciatele. Con l’aiuto dell’apposito attrezzo ricavate i bastoncini, se non disponete di questo “indispensabile” aggeggio, potete tagliarle al coltello della dimensione che preferite. A me piacciono quelle tradizionali (saranno in sezione di 0,5cm x 0,5 cm).

Riempite una boule con dell’acqua fredda e riponetela in frigo. Lasciateci a mollo le patate per almeno due ore così che perdano l’amido. Sciacquate.

Mettete sul fuoco una pentola con dell’acqua e portate a bollore, quindi tuffateci le patatine per 5 minuti da quando l’acqua riprenderà a bollire. Solatele e mettetele nel cestello della friggitrice a scolare. Se non disponete della friggitrice potete tranquillamente usare una padella.

L’olio, quando andrete a mettere le patatine, dovrà essere attorno ai 180°C. La frittura, al contrario di quello che pensavo la prima volta che ci ho provato, richiede tempo.

Io acquistai tempo fa la Mini Friggitrice delle Silvercrest al Lidl in cui entra al max un litro di olio e patatine per due persone. Con questi parametri, lascio scaldare l’olio per 30 minuti e friggo le patatine per altri 30minuti. E’ davvero molto e non capivo perchè quelle del ristorante richiedessero molto meno tempo. Poi documentandomi ho scoperto che sono prefritte. Che volpe che sono.

Il risultato fidatevi che con il mio metodo è ottimo. Le patatine sono croccantissime fuori e morbide dentro e non assorbono un filo d’olio. Mettetele su un foglio di carta assorbente o per fritti e salatele.

Una parola sull’olio. L’ideale per friggere sarebbe quello di semi di arachide perchè ha un punto di fumo più alto. Io ho ottenuto ottimi risultati anche con quello di mais.
Inoltre, con questo metodo le patatine non assorbono olio. Poichè io lo uso per due fritture prima di gettarlo, rimettendolo nella sua bottiglia ho notato che non ne manca nemmeno un goccio e le stesse patatine messe su carta assorbente non sporcano.

Seguimi sulla mia pagina Facebook per essere sempre aggiornato sulle ultime ricette!

Il Cucchiaio Verde

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply
    valeria
    30 agosto 2016 at 12:46

    ciao, vorrei acquistare anche io la minifriggitrice della lidl. dici che ne vale la pena? noi mangiamo il fritto non molto spesso ma quella avendo prezzo e ingombro esigui ci attira….

    • Reply
      admin
      31 agosto 2016 at 16:24

      Ciao! Io mi trovo bene e proprio come dici tu è comoda perchè tiene poco spazio. Te la consiglio proprio! Inoltre contenendo solo un litro di olio, anche lo spreco è davvero ridotto.

      • Reply
        valeria
        31 agosto 2016 at 17:26

        è che 30 minuti mi sembrano davvero tanti rispetto a quanto ci metto di solito a scaldare lolio in padella..

        • Reply
          admin
          31 agosto 2016 at 18:39

          Lo so ci mette un po’, ma se usi le patatine prefritte surgelate fai molto prima… dimmi pure se vuoi altre info 🙂

    Leave a Reply

    Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi