Antipasti

Mozzarella al pesto, una ricetta estiva facile e veloce

mozzarella al pesto

Non so se anche da voi c’è un caldo torrido che ti tiene lontano da qualsiasi fonte di calore addizionale come i fornelli. Qui si muore davvero e, anche se spesso sfido la sorte accendendo il forno, oggi voglio mostrarvi la ricetta più veloce e indolore che potete immaginare: la mozzarella al pesto.

Siamo abituati a servire la mozzarella in purezza, al massimo accompagnata da qualche pomodoro per dare vita alla classica caprese. Oggi voglio mostrarvi un modo veloce di stupire la vostra famiglia. I più volenterosi potranno anche preparare il pesto in casa, ma credetemi che con quello pronto verranno buonissime.

La ricetta è di Jamie Oliver. Ho visto tantissime sue ricette in 15 e 30 minuti e trovo che nella sua “inglesità” sia particolarmente innovativo. Certo ha un modo strano di cucinare ma il risultato è sempre bello da vedere e buono da gustare. Ha servito queste mozzarelle con una focaccia farcita all’italiana (parole sue) e così ho fatto anch’io. Avevo infatti delle focaccine pronte per essere mangiate.

Bando alle ciance ora, vediamo come preparare questo piatto, anche se la foto dice già tutto.

Mozzarella al pesto

Stampa ricetta
Tempo di preparazione: 5 minuti

Ingredienti

  • 1 Mozzarella
  • 1 cucchiaio di Pesto
  • Scorza di Limone
  • Pepe
  • Olio evo

Procedimento

1

Come prima cosa tirate fuori dal frigorifero la mozzarella, meglio se qualche ora prima. Lasciatela nel suo liquido e scolatela solo al momento dell'utilizzo.

2

Adagiatela su un piatto. Potete lasciarla intera o affettarla per una migliore distribuzione del condimento.

3

Adagiatevi sopra il pesto, completate con la scorza di limone grattugiata in quantità a piacere e con una macinata di pepe. In ultimo completate con un filo di olio.

4

Servite la mozzarella al pesto con la focaccia all'italiana oppure con un'insalata di pomodori. Potete immaginare di realizzare una classica insalata caprese e di arricchirla con del pesto.

Potrebbe piacerti anche...

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.