Primi piatti/ Ricette Vegane/ Zuppe e minestre

Minestra di Cicerchie

La ricetta che vi propongo oggi mi è stata consigliata da un’amica che la prepara sempre e la trova fantastica: la minestra di cicerchie. Per coloro che non le conoscono, le cicerchie sono un legume a metà tra i ceci e le fave che richiede un lungo ammollo e una lunga cottura. Sono ricchissimi di proteine e si prestano bene nella realizzazione di minestre, ma anche burger, polpette o contorni.

La ricetta della minestra di cicerchie, esclusi i tempi di ammollo, è davvero veloce perchè si prepara con la pentola a pressione in meno di un’ora ma vi garantirà un risultato top!

Zuppa di Cicerchie

Minestra di Cicerchie

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr di Cicerchie secche
  • 2 carote
  • 4 gambi di Sedano
  • 3 spicchi di Aglio in camicia
  • 20 Pomodorini o 1 barattolo di Pelati
  • 3 foglie di Alloro
  • 2 rametti di Rosmarino
  • 1 pezzo di Alga Kombu (facoltativa, serve per rendere più teneri e digeribili i legumi)
  • 1/2 Cipolla
  • 160 gr di Spaghetti spezzati o Pastina
  • 1 cucchiaio di Olio Evo

Procedimento:

La chiave di tutta la ricetta è il lungo ammollo: io le ho lasciate un paio di giorni, cambiando l’acqua 3 o 4 volte e sciacquandole bene ogni volta. Questo serve a rendere più digeribile il legume e a neutralizzare, assieme alla cottura ad elevate temperature, le sostanze tossiche presenti nelle cicerchie.

Fatto questo, mettete le cicerchie in pentola a pressione con 1,5 litri di acqua, le carote pelate, il sedano, gli aromi, l’aglio, i pomodorini o i pelati e l’alga kombu che avrete lasciato precedentemente in ammollo 10 minuti. Chiudete la pentola a pressione e lasciate cuocere per 45 minuti dal fischio. Lasciate sfiatare, aprite e unite due cucchiaini di sale grosso. A piacere potete togliere i pezzi di sedano e carota oppure tagliarli a tocchetti e rimetterli dentro. Togliete l’alga.

Minestra di Cicerchie vert

Potete anche cuocerle in una pentola normale raddoppiando i tempi di cottura, ma sconsiglio di utilizzare tegami in terracotta perchè non consentono di raggiungere temperature sufficientemente elevate a neutralizzare la tossina presente nelle cicerchie.

Detto questo, a parte cuocete come se fosse normale pastasciutta gli spaghetti spezzati o la pastina e qua
lche minuto prima della fine della cottura scolatela e unitela alla pentola con le cicerchie che avrete riportato a bollore.

In una padella a parte, soffriggete la cipolla tritata in poco olio e unitela alla minestra (se non volete sporcare altre pentole, unitela subito insieme alla carota e al sedano e toglietela a cottura ultimata).

Portate a cottura la pasta e servitela ancora calda!

Seguimi sulla mia pagina Facebook per essere sempre aggiornato sulle ultime ricette!
Il Cucchiaio Verde

 

You Might Also Like

23 Comments

  • Reply
    Monica
    23 novembre 2015 at 16:04

    La devo provare assolutamente!

  • Reply
    marilù
    23 novembre 2015 at 16:17

    Mai assaggiate e mai viste ste cicerchie!!! Comunque se hanno un sapore tra i ceci e le fave devo dire che le devo assolutamente trovare e provare!!! Brava ancora una volta 😉

    • Reply
      gironedeigolosivegstyle
      24 novembre 2015 at 23:40

      Come non le hai mai viste! Le ho comperate al salone del gusto e fanno parte dei legumi d’alta murgia!

      • Reply
        marilù
        26 novembre 2015 at 14:37

        O.o ehm… dunque… cioè… mi sa che devo trovarle allora!!!

  • Reply
    silvia
    23 novembre 2015 at 17:22

    Buoneee,io vivo in campagna e adoro tutto ciò che è naturale!

  • Reply
    Laura
    23 novembre 2015 at 18:44

    Ma che voglia che mi hai fatto venire!! buonissima

  • Reply
    frittomistoblog
    23 novembre 2015 at 20:39

    non ho mai provato le cicerchie!! devo rimediare!

  • Reply
    Luana
    23 novembre 2015 at 21:04

    Dev’essere buona! 🙂

  • Reply
    unasicilianaincucina
    24 novembre 2015 at 9:03

    da fare… deve essere ottima

  • Reply
    maddj
    24 novembre 2015 at 9:07

    Mai mangiate ma molto invitanti!

  • Reply
    Giovannaincucina
    24 novembre 2015 at 11:44

    mi incuriosisci, voglio assaggiarla

  • Reply
    golosi pasticci
    24 novembre 2015 at 12:23

    ottima e salutare questa minestra, mi piace!!!

  • Reply
    Paola
    24 novembre 2015 at 15:44

    Fa venire una voglia!!!!!!! 😀

  • Reply
    Monica
    24 novembre 2015 at 16:01

    adoro le zuppe! La proverò

  • Reply
    Mary Di Gioia
    24 novembre 2015 at 17:35

    mai provata ma sono sicura che è buonissima

  • Reply
    Pentoladoro
    24 novembre 2015 at 22:20

    Che buona che deve essere, la proverò sicuramente!

  • Reply
    Annamaria
    24 novembre 2015 at 23:26

    Ma sai che le cicerchie non le ho mai assaggiate? Mi sa che le comprerò e le preparerò secondo i tuoi suggerimenti.

  • Reply
    Francesca
    26 novembre 2015 at 10:10

    Non l’ho mai provate le cicerchie….corro a comprarle per preparare questo piatto squisito!

  • Reply
    vittoria alimenti
    26 novembre 2015 at 13:24

    Buonissima le la minestra cosi e straodinaria…io avvolte ci aggiungo anche del pesce come tonno o cozze o moscardini…provaci e fantastica.. !!

  • Reply
    anna correale
    6 febbraio 2016 at 12:09

    Ammetto di non conoscere le cicerchie, non le ho mai viste prima d’ora, ma il tuo piatto mi ha proprio incuriosita, quando vado a prendere i legumi devo chiedere

    • Reply
      gironedeigolosivegstyle
      6 febbraio 2016 at 13:41

      Non si trovano dappertutto, sono un incrocio tra i ceci e le fave come gusto, a me sono piaciute molto 🙂

    Leave a Reply

    Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi