Antipasti/ Contorni/ Secondi e Contorni

Insalata russa creata da una carota solitaria

insalata russa

Non so quanto tempo mi è rimasta in frigo quella carota solitaria. Non sapevo come usarla dopo che mi è avanzata dall’ultimo soffritto fatto e così ho deciso di cimentarmi di nuovo nella preparazione della maionese e quindi dell’insalata russa.

Diciamo che preparare la maionese non è esattamente il mio forte. Nelle puntate precedenti (non ancora documentate in questo blog) mi è riuscita una sola volta, quindi con questa diciamo che siamo a quota due. Penso di aver trovato la ricetta giusta e ancora una volta a salvarmi è stato giallo zafferano. Vediamola insieme.

Insalata Russa

Ingredienti per 300g circa di maionese:

  • 2 Tuorli
  • 1/2 Limone solo il succo, filtrato
  • 1 cucchiaino di Aceto
  • 250ml di Olio di Semi
  • Sale e Pepe Bianco qb
  • 1 Carota
  • 2 manciate di Piselli surgelati
  • 2 Patate piccole

Procedimento:

Vi dico come ho fatto io e quali strumenti ho utilizzato così da garantirvi il più possibile la riuscita della ricetta.

  • Prendete una ciotola con i bordi alti (io ne ho utilizzata una simile a quella che vedete in foto);
  • mettete sotto di essa il panno spugna bagnato così evitate di doverla tener ferma;
  • mettete nella ciotola i due tuorli con l’aceto, il sale e il pepe che poi aggiusterete alla fine;
  • prendete il frullatore ad immersione e montate la frusta a filo (io ho il frullatore Silvercrest del Lidl, fantastico);
  • cominciate a frullare a media velocità;
  • dopo 1-2 secondi cominciate ad aggiungere l’olio goccia a goccia. Io per aiutarmi l’ho messo in un biberon di quelli che si usano per le salse;
  • quando comincia ad addensare, cominciate ad unire l’olio a filo, moooooolto adagio altrimenti la maionese impazzisce;
  • una volta unito tutto l’olio, sempre sbattendo, unite il succo di limone.
La consistenza della maionese la conoscete tutti, quindi se avrete fatto un buon lavoro vi verrà uguale a quella comperata.
Adesso esaminiamo il caso peggiore che ovviamente a me è capitato: la maionese impazzisce.
Intanto vi spiego come si presenta quando ciò accade: sembra cagliata, grumosa e tuorli e olio si separano.
Quando mi è successo, l’ho guardata molto intensamente e le ho detto “No! Non l’avrai vinta anche sta volta!”.
  • Prendete un altro tuorlo e mettetelo in un altra ciotola sempre con il panno spugna bagnato sotto;
  • unite qualche goccia di olio;
  • cominciate a sbattere;
  • unite un cucchiaio alla volta il vostro composto impazzito;
  • aspettate che si sia ben inglobato prima di aggiungere il successivo.
Posso assicurare che se non perdete la pazienza e la forza di volontà vi verrà una gran maionese.
Una cosa è importante che sappiate: la consistenza sarà uguale a quella che siete abituati a vedere, ma il gusto no. Non so bene da cosa dipenda il gusto di quella commerciale, io la prossima volta voglio tentare un’altra via e farla con l’olio di oliva. Se qualcuno dovesse provare, mi faccia sapere!
Ora vediamo le verdure. Ovviamente potete aumentare o diminuire le dosi a vostro piacere, oppure aggiungerne altre.
Io le ho tagliate tutte a cubetti di mezzo centimetro (patate e carote) e le ho bollite 5 minuti in acqua salata. Quando mancava un minuto, ho aggiunto i piselli ancora surgelati. Se usate quelli nel barattolo sciacquateli e metteteli saltando la fase di bollitura.
Ho scolato le verdure, aspettato che si raffreddassero e quindi unito la maionese poco alla volta.
Era molto buona, un po’ troppo “delicata” forse. Ho aggiunto anche 1/2 cucchiaino di senape ma la prossima volta proverò ad aggiungere quella in polvere. insalata russa

Seguimi sulla mia pagina Facebook per essere sempre aggiornato sulle ultime ricette!

Il Cucchiaio Verde

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi