Contorni

Cavolini di Bruxelles in padella con patate

cavolini di bruxelles in padella

I cavolini di Bruxelles sono l’incubo di tutti. Non mi sono mai piaciuti, o meglio, non ho mai nemmeno avuto il coraggio di assaggiarli fino a che non ho provato i cavolini di Bruxelles in padella con patate. Sono un contorno o un secondo piatto ricco e saporito grazie all’aggiunta della salsa Worchester.

I Cavolini di Bruxelles fanno parte, come dice il nome, della famiglia dei cavoli, quindi delle crucifere. Ricordano una verza in miniatura e se vedeste la pianta rimarreste a bocca aperta. Alta più di un metro, vede i cavolini attaccati al suo fusto sotto forma di germogli ascellari. Sono un vegetale tipicamente invernale, ricco di antiossidanti, proteine e vitamine. Secondo alcuni studi sono stimolanti dell’attività celebrale, proteggono gli occhi e contribuiscono al benessere della prostata. Per le donne invece forniscono un valido aiuto nella regolarizzazione del metabolismo ormonale. Insomma sono un vero toccasana!

Essendo i cavolini piuttosto amari, accompagnarli alle patate è un buon modo di smorzarne il sapore. Ho in cantiere anche un’altra ricetta con questa verdura, abbinata però alla zucca. Sono sicura che la apprezzerete moltissimo.

cavolini di bruxelles in padella

Ingredienti per i cavolini di Bruxelles in padella (per 2 persone):

  • 2 Patate
  • 200 g di Cavolini di Bruxelles
  • 1 spicchio di Aglio
  • 1 cucchiaio di Olio
  • 1 cucchiaio di salsa Worchester
  • Prezzemolo tritato qb

Procedimento:

Preparare questa ricetta è piuttosto semplice e sarà buonissima anche riscaldata il giorno dopo.

Pulite le patate, pelatele e tagliatele a cubetti. Pulite anche i cavolini rimuovendo le foglie esterne generalmente rovinate e il peduncolo finale. Divideteli a metà.

Cuoceteli al vapore finché saranno teneri, ci vorranno circa 15 minuti. Nel frattempo insaporite l’olio con lo spicchio d’aglio in una padella a parte. Una volta pronte le verdure saltatele nell’olio. Sfumate con la salsa e solo in ultimo regolate di sale.

Serviteli caldi con una spolverata di prezzemolo tritato fresco.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi